I canyon del Cervo

  • Vigliano Biellese
  • Ore 10:00

Dettagli

Tipo di percorso: Sentieri, sterrati e tratti in asfalto
Difficoltà: MC/MC
Dislivello: 200 mt. circa
Lunghezza: 39 Km. A/R

  • Chiacchierando con un compagno di viaggio, la via pare più breve” (Publilio Siro)

     

     
    Siamo in febbraio, il mese statisticamente più freddo dell’anno ma che oggi, in deroga ai suoi gelidi primati, ci ha fatto dono di una giornata squisitamente primaverile!
    Partiti sotto un piacevole e caldo sole, su sentieri panoramici e poco impegnativi abbiamo raggiunto la Baraggia straordinaria riserva naturale conosciuta come la “savana biellese”, area incolta dove fitte brughiere e vaste praterie dorate si fondono per regalare ad occhi colmi di stupore calde visioni di lontani altopiani e savane africane.
    Qui nessun biellese si stupirebbe nel sentire il ruggito di un leone o nel vedere un maestoso elefante o qualche placida giraffa al pascolo.
    Lasciata la riserva, si percorre poi una comoda e pianeggiante sterrata che conduce in un luogo antico e poco conosciuto: i canyon del torrente Cervo.
    Un posto selvaggio e di incredibile bellezza; ti danno il benvenuto inaspettate dune di sabbia dorata che costeggiano i piccoli canyon nati dall’azione erosiva delle sue acque che, dalla notte dei tempi e ad ogni piena, hanno sgretolato le sabbie ocra dell’alveo modificandone l’aspetto.
    Si ha l’impressione di pedalare in un’altra era geologica, ti senti un viaggiatore nel tempo pur trovandoti a pochi minuti dalla civiltà.
    Seduti su queste sabbie antiche, la sosta appetitosi panini è decisamente rilassante ma, anche se non lo vorresti, arriva sempre il momento di dover riprendere la via del ritorno.
    Pedalando immersi nella natura e lontani ancora per un po’ dal trambusto quotidiano, arriviamo ai piedi delle mura del Ricetto di Candelo.
    E’ sempre una grande emozione visitare questo splendido borgo medievale, dono prezioso del passato che per la sua peculiarità è annoverato tra i borghi più belli d’Italia.
    Non c’è che dire, il Biellese è un territorio incredibile che ad ogni pedalata si svela in tutta la sua straordinaria bellezza conquistando sempre tutti con la sua sorprendente unicità.