La Prevostura

  • Decathlon Biella - Via Milano, 50
  • Ore 09:30

Dettagli

Tipo di percorso: Sentieri, sterrati e tratti in asfalto
Difficoltà: OC/OC
Dislivello: 700 mt. circa
Lunghezza: 33 Km A/R

  • Ogni miglio diventa due in inverno” (George Herbert)

     

    Uscita a ranghi ridotti in questa fredda domenica di gennaio per una pedalata tecnica ed impegnativa nella mitica Prevostura.
    Si parte dal comune di Lessona e, guardandosi attorno, sembra impossibile che milioni di anni fa questo territorio fosse interamente coperto dalle acque del Mar Adriatico che ritirandosi piano piano lasciarono dietro di se fossili e sabbie marine che nei secoli acidificarono il terreno di queste fertili colline rendendole idonee alla coltivazione di pregiati vitigni.
    Tra i gioielli DOC più preziosi il Lessona, detto anche “vino d’Italia” in quanto scelto da Quintino Sella al posto dello champagne per brindare all’unità d’Italia nel 1861, il Bramaterra e il Coste della Sesia.
    In Prevostura ogni anno si disputa una classica granfondo di MTB gara nazionale tra le più importanti in Italia e pertanto, pedalare su questo tracciato da competizione ha sempre il suo fascino anche se non sei un professionista dell’off road.
    Il tragitto è caratterizzato da un continuo sali scendi tra vigneti, prati, colline e boschi, quasi sempre su stretti e insidiosi sentieri che ti presentano prima ripide salite e poi discese con pendenze di tutto rispetto.
    Ogni muscolo è allertato e non puoi distrarti, qui ti basta proprio poco per esibirti in qualche bel capitombolo soprattutto quando devi affrontare i tanti guadi ora anche infangati ed è risaputo quanto sia poco simpatico scivolare dentro quest’acqua gelida e limacciosa.
    Superate tutte le difficoltà che il percorso presenta e raggiunto il punto più alto del percorso ovvero la Croce di Masserano, ci si può rilassare godendo di uno dei più suggestivi panorami del Biellese.
    Qui non ci sono confini: dalla montagna alla pianura lo sguardo è libero di spaziare ovunque.

    Qui non ci sono rumori: si ascolta solo la voce del vento….Qualche foto e, a malincuore nonostante la temperatura rigida, ci si deve avviare per iniziare la discesa sul tosto ma divertente single track che farà concludere alla grande questa tosta uscita invernale.