Magico Biellese: La Baraggia e i canyon del Cervo

  • Vigliano Biellese
  • Ore 10:00

Dettagli

Tipo di percorso: Sentiero-Strada sterrata- Asfalto
Difficoltà: TC+/TC+
Dislivello: 150 mt
Lunghezza: 38 km.

  • “Che la bicicletta sia forse l’unica macchina che si lasci guidare da un bambino: un altro segno della sua incomparabile grazia.” (Mauro Parini)

    E’ ufficiale: siamo in primavera!
    Stagione del risveglio che porta con sé nuova energia vitale palpabile ovunque, dalle tenere foglie che iniziano a ricoprire i nudi rami delle piante, dai fiori che colorano prati e giardini attirando le prime api alla ricerca di nuovo nettare, dalla temperatura che si addolcisce e dalle giornate che piano piano si allungano regalando a tutti più calore e luce.
    Scrollate di dosso le ultime fredde settimane dove si è pedalato poco e mangiato tanto, oggi finalmente si può risalire in sella alle mitiche e-bike, anche loro impazienti come noi Egb-evergreenbike di trascorrere una giornata lontano dallo stress quotidiano a stretto contatto con questa rinata natura a due passi da casa.
    Oggi c’è una gentile e bella new entry per cui le guide hanno scelto un itinerario non troppo tecnico e impegnativo per questa sua prima uscita con una e-bike.
    Dopo l’irrinunciabile sosta in pasticceria a rifornirci di calorie, si è tutti pronti per partire e in un attimo arrivare alle mura del Ricetto di Candelo.
    E’ sempre una grande emozione visitare questo splendido borgo medievale, dono prezioso del passato che per la sua unicità è annoverato tra i borghi più belli d’Italia.
    Dalla storia alla natura, il nostro tour prosegue nella vicina Baraggia dove si pedala su panoramici sentieri che si snodano attraverso questa straordinaria riserva naturale conosciuta come la “savana biellese”, area incolta con fitte brughiere e vaste praterie erbose che a tratti ricordano gli infiniti altopiani africani. Qui nessun biellese si stupirebbe nel vedere apparire un maestoso elefante o qualche placida giraffa.
    Lasciata la riserva, si percorre una comoda e pianeggiante strada sterrata che conduce in un luogo antico e poco conosciuto: i canyon del torrente Cervo. Un posto selvaggio e di incredibile bellezza, ti danno il benvenuto inaspettate dune di sabbia dorata che costeggiano i piccoli canyon nati dall’azione erosiva delle sue acque che, dalla notte dei tempi e ad ogni piena, hanno sgretolato le sabbie ocra dell’alveo modificandone l’aspetto.
    Si ha l’impressione di pedalare in un’altra era geologica, ti senti un viaggiatore nel tempo anche se ti trovi a pochi minuti da Castelletto Cervo.
    Seduti su queste sabbie antiche, ascoltando la voce dell’acqua e delle nostre risate, anche la sosta appetitosi panini trascorre veloce ed è ormai ora di riprendere, molto a malincuore, la via del ritorno verso il caos della nostra civiltà.