Vigilia di Natale al lago di Viverone

  • Cavaglià
  • Ore 10:00

Dettagli

Tipo di percorso: Strada asfaltata e sterrato
Difficoltà: MC/MC
Dislivello: 300 mt.
Lunghezza: 40 Km.

  • “Il paradiso in terra non esiste, ma chi va in bicicletta ci arriverà comunque ” (Mauro Parrini)

    E’ la vigilia di Natale ed è una giornata splendida.
    In questo cielo azzurro neanche un cenno di nuvola e il sole che forse non ha ancora capito che ormai siamo in dicembre ne addolcisce la temperatura.
    Impossibile non pedalare!
    EGB all’appello, con ritrovo in tarda mattinata a Cavaglià per un bel giro ad anello costeggiando le sponde del lago di Viverone. Si parte su strada asfaltata che serpeggiando tra curati vigneti ti porta in prossimità del lago, da qui inizia uno sterrato che non presenta particolari difficoltà tecniche ma richiede un buon equilibrio e tanta attenzione in quanto quasi completamente innevato e con tratti ghiacciati.
    E’ un percorso suggestivo, l’inverno porta con se tanta magia. La natura riposa, tutto è pace: gli alberi bianchi di brina cristallizzata paiono sculture, i boschi e i prati imbiancati e immacolati ogni tanto rivelano le tracce del passaggio di qualche animale selvatico. Tutto è silenzio, si ode solo lo scricchiolio della neve sotto le ruote delle E-bike e le nostre battute e risate, quelle non mancano mai.
    Dentro la boscaglia la temperatura si fa più bassa, senti il freddo che ti morde un po’ la pelle e vedi il fiato che si congela, regalando a chi è dotato di barba l’aspetto di Santa Claus.
    Pedalando su questo sterrato che corre parallelo alla zona archeologica del lago, si arriva al Santuario di Sant’Antonio Abate, monumento nazionale risalente al XII secolo e, nel Medioevo, ospizio per i pellegrini che si recavano a Roma.
    Eccoci ad Azeglio, dove percorriamo un sentiero pianeggiante che si snoda tra sonnecchiosi campi che in estate, con orgoglio, donano grano dorato.
    Attraversata la statale del lago, si risale a mezza costa su un percorso misto molto panoramico. In basso la piana con il lago, in alto le colline coltivate a vite.
    Non c’è posto migliore per un piccolo spuntino sotto il sole.
    Si riparte con destinazione lago di Bertignano, piccolo bacino lacustre situato a circa 400 metri di altezza nelle vicinanze di Viverone, circumnavigato il quale, tra familiari sterrati si fa ritorno a Cavaglià per una meritata tazza di cioccolato fumante.
    Buon Natale a tutti.